Home

Benvenuti nel blog
di Carmelo Nicolosi De Luca

In

  • Cucchi, un diabolico intreccio…

    In che Paese ci siamo ridotti a vivere? Nella violenza, nella menzogna, nell’ingiustizia! Ancora riecheggia in radio, telegiornali, quotidiani, la tragica vicenda di Stefano Cucchi. Un diabolico intreccio di coperture, bugie, intrighi. Uno Stato che non riesce a fare chiarezza e una magistratura in cerca di prove. E assolve.

    Chiariamoci un attimo le idee. A parte il pasticcio dei Carabinieri che schedano come libanese senza fissa dimora, un  italianissimo con tanto di famiglia e casa nel Paese e che, forse, se non fosse stato per questo errore madornale  sarebbe ancora vivo, va tenuto presente che allorché una persona viene presa in custodia dall’amministrazione giudiziaria e carceraria, questa viene monitorata in tutto il suo tragitto. Ditemi allora com’è che nessuno sa cosa sia accaduto al giovane. Viene arrestato sano e, dopo, finisce in ospedale, gonfio di botte, pestato a sangue. Qualcuno deve avergliele date – e con accanimento – per averlo ridotto nelle condizioni che tutti abbiamo visto dalle foto.  E i medici del Sandro Pertini, prima condannati, poi assolti? Che ruolo hanno avuto in tutta la vicenda? E gli infermieri dov’erano? Sono loro, più dei medici, a sorvegliare i malati. Sono stati sentiti?

    Di certo, da qualche parte c’è qualcuno o, più di uno, come è facile pensare, al quale ha fatto comodo la morte del povero Stefano: ora, non può più raccontare la sua versione dei fatti.

    Un plauso al procuratore capo, Giuseppe Pignatone, che si è detto pronto a riaprire il caso se dovessero emergere delle novità. Il punto è che nessuno vuole che queste “novità” vengano fuori.

    Share

Fatti

Widget157

12 Giugno 2014 “L’Italia degli inganni”
Presentazione a Milano

Sarà presentato alla Sala Conferenze Burson-Marsteller di Milano, il 12 giugno prossimo, il libro che tanti consensi sta riscuotendo in tutto il Paese…
More Leggi tutto

nicolosi01-157

“L’Italia degli inganni”.
Intervista a Carmelo Nicolosi

È stata pubblicata, lo scorso martedì 15 aprile, un’intervista che il seguitissimo quotidiano online LiveSicilia ha realizzato con Carmelo Nicolosi, curata da Giada Lo Porto. Ne riportiamo integralmente il contenuto…
More Leggi tutto

Meno

nicolosi5-(1)157x169“L’Italia degli inganni”.
Presentazione a Villa Malfitano

Si è svolta in una gremita Villa Malfitano la prima presentazione “ufficiale” de “L’Italia degli inganni”, alla presenza dell’autore, di un folto pubblico e con i graditi ospiti Adelfio Elio Cardinale, Pasquale Hamel e Giovanni Paterna.
More Leggi tutto

04“L’Italia degli inganni”. La prefazione…
La storia del Paese
che in molti non conoscono

Questo lavoro è dedicato ai giovani e ai meno giovani che non conoscono quella parte di storia d’Italia, dall’epoca garibaldina ai giorni nostri, fatta di intrighi, tradimenti, scandali, intrallazzi… Gli italiani non sono un popolo di eroi, santi e navigatori, come si è sempre voluto far credere. La verità fa male?  More Leggi tutto

03“Incontri con l’autore”
“L’Italia degli inganni”: sabato 12 aprile, prima presentazione a Palermo

È già nelle migliori librerie di tutta Italia e può essere acquistato anche online, ma la sua prima uscita “ufficiale” avverrà sabato prossimo… Sto parlando de “L’Italia degli inganni” che, il prossimo 12 aprile, sarà presentato nella splendida cornice di Villa Malfitano, a Palermo…  More Leggi tutto

Editoriale

Carmelo-Foto-1jIl tempo della Rete

Tra i tanti fenomeni che caratterizzano i nostri tempi, Internet ha un posto di assoluto rilievo in quanto, nel breve volgere di pochi anni, ha radicalmente cambiato il nostro modo di comunicare e, cosa ancor più sconvolgente, ha stabilito nuove regole e nuove prassi nella gestione delle dinamiche sociali.

Abituato da tanti anni al lavoro nelle redazioni dei quotidiani, a partire dalla “lettera 22”, mi rendo conto che, come detto prima, il modo di comunicare è oggi immediatezza, possibilità di discussione, di dialogo, di raggiungere un vasto uditorio. Da giornalista e inviato ho conosciuto, vissuto e scritto di molte pagini terribili dell’Italia, rendendomi conto che il popolo di questa nazione è stato sempre “sepolto” da falsità e preda di affaristi, illusionisti, traditori. Si dice che l’esperienza possa essere di aiuto alle nuove generazioni. Ed eccomi qua, ad alzare il velo su vicende sconosciute da molti o artatamente occultate. Il mio ultimo lavoro “L’Italia degli inganni” è proprio dedicato “a chi ama la verità”, convinto che è dalla conoscenza del passato che può nascere un cambiamento nella vita di tutti noi.

Mi auguro che attraverso questo blog si riesca a parlare insieme, a proporre idee per un sostanziale cambiamento sociale ed economico, divenire coscienti del bisogno di un profondo rinnovamento, di comprendere gli inganni, i giochi di potere attuati fin’oggi sulla pelle dei più deboli. Parafrasando un grande premio Nobel, solo quando un popolo prende coscienza di essere stato preso in giro, reso schiavo, allora giunge il momento in cui è possibile rompere le catene e divenire veramente liberi. Ho piena coscienza che qualcosa si possa ancora fare, insieme a chi vuol veramente adoperarsi per rendere migliore la vita dei nostri figli.

Carmelo Nicolosi De Luca